06 Luglio 2018

Erano circa una quarantina i genitori dei figli iscritti ai nidi comunali che lo scorso giovedì pomeriggio si sono presentati al centro civico Verdi per avere rassicurazioni circa la nuova assegnazione del servizio alla cooperativa “Nasce un sorriso”. Nei giorni precedenti, sono state molte le preoccupazioni sollevate da mamme e papà per la non conferma di Stripes, cooperativa che da 20 anni era titolare della gestione degli asili comunali. In rappresentanza dell’amministrazione comunale c’erano il sindaco Paolo Micheli e l’assessore alla Scuola, Gianluca Poldi. «Il messaggio che abbiamo comunque voluto dare, mi pare sia stato pienamente recepito. Ed è che in questa vicenda l’amministrazione è accanto ai genitori e seguiremo con la massima attenzione il passaggio di gestione del servizio», le parole del sindaco Paolo Micheli. Durante l’incontro le maggiori osservazioni hanno riguardato il metodo con cui è stata valutata la parte economica. Un calcolo che a dire di alcuni genitori non sarebbe esatto. «Ho preso atto di queste segnalazioni e sono certo che i nostri uffici faranno le verifiche del caso» ha proseguito il primo cittadino. «Il fatto che il 30% del punteggio riguardava una valutazione economica, mentre il 70% l’offerta tecnica, non è stato messo in discussione. Innanzitutto perché previsto dal codice degli appalti, e poi perché il Tar ha annullato gare dove queste percentuali sono state modificate. L’indirizzo che abbiamo dato è stato comunque quello di avere un concessionario di qualità. Da papà capisco perfettamente lo stato d’animo dei genitori, per questo motivo stiamo facendo controlli e verifiche capillari. Ho fatto anche presente che non possiamo intervenire su chi sta giudicando perché altrimenti si potrebbe ravvisare il reato di turbativa d’asta».



Scarica il PDF dell'edizione 25-2018 (10.3 MB)