29 Novembre 2019

Tutti in campo per tutte”: questo lo slogan di una domenica dedicata alle donne. Lo scorso fine settimana, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’impianto sportivo di Novegro, a Segrate, ha ospitato la seconda edizione del torneo “#rispettoxtutte, il calcio femminile in campo con e per le donne”. Organizzato da Asd Tutti in campo per tutti, Città di Segrate e TeamSport Hoceky & Calcio, l’evento ha visto scendere in campo le atlete delle squadre giovanili di alcune tra le più importanti formazioni femminili di calcio: GsDoverese, Atalanta,Brescia, Pro Sesto, Tobiago, Riozzese, Milan, Cologno e Polisportiva Tavezzano.
Tutti i partecipanti, in campo e fuori, si sono dipinti un segno rosso sul viso, simbolo della lotta alla violenza di genere. «Una giornata emozionante» hanno commentato dalla TeamSport. «Tanta sincera partecipazione, dentro e fuori dal campo, tutti uniti per un solo obiettivo: contrastare la violenza contro le donne».  
Alle 9 il fischio di inizio ha dato il via al torneo, giocato tutta la mattina. Alle 13.30, pausa con Maurizio Baruffaldi, giornalista, scrittore e opinionista, autore del romanzo “Lo spareggio” in cui racconta la sua personale esperienza con il calcio femminile. Nel pomeriggio è stata la volta dell’amichevole tra le Giovanissime dell’Atalanta e del Tavazzano, mentre alle 14.30 delle semifinali e della finale, vinta dall’Atalanta. Un dettaglio, visto lo scopo della giornata.
Durante l’evento, a ricordo della giornata e come monito contro la violenza, è stato realizzato il murales “Panchina Rossa”, su cui i protagonisti hanno potuto apporre la propria firma. Presente per l’amministrazione comunale anche il sindaco Paolo Micheli, che è stato il primo ad autografare il murale. «Un grido di coraggio e di speranza al quale tutta la città si unisce» ha commentato.
Eleonora D’Errico



Scarica il PDF dell'edizione 38-2019 (4.3 MB)