14 Febbraio 2020

Un incontro motivante e di ispirazione, non solo dal punto di vista sportivo, ma in generale per il raggiungimento degli obiettivi che si porranno nella loro vita». Con queste parole Edoardo Pittalunga, professore di educazione fisica dalla Sabin di Segrate, commenta l’incontro da lui promosso tra gli studenti e i giocatori di pallavolo  Nicola Pesaresi e Jan Kozamernik, del  Powervolley Milano. L’appuntamento, che si è svolto mercoledì mattina, ha coinvolto un centinaio di studenti di terza media. Una giornata di formazione sullo sport e su diverse tematiche di attualità inerenti l’attività agonista, ma anche su aspetti molo più ampi. Un’occasione per confrontarsi con atleti di alto livello che hanno raccontato la propria esperienza e hanno dato loro la possibilità di comprendere al meglio quelli che sono i valori fondamentali nella vita, che lo sport insegna e trasmette. «Per tutti è stata un’occasione importantissima» spiega Pittalunga. «Avere a che fare con personaggi di questo livello è per i giovani fonte di grande ispirazione, perché sono esempi di resilienza, tenacia, non solo nello sport ma, in generale, nell’approccio ai diversi momenti della vita». Tante le domande e le curiosità degli studenti. E dopo le parole, si è passato ai fatti: ragazzi e giocatori sono scesi in palestra per giocare a pallavolo insieme.
Eleonora D’Errico



Scarica il PDF dell'edizione 6-2020 (4.5 MB)