05 Luglio 2019

Adecorrere dal 1 luglio 2019 i soggetti con volume di affari superiore a€400mila euro hanno l’obbligo di trasmettere telematicamente, all’Agenzia delle Entrate, i corrispettivi giornalieri entro 12 giorni dall’effettuazione dell’operazione.
Tale obbligo, per i soggetti con volume d’affari inferiore a 400mila euro decorrerà dal 1 gennaio 2020.
Nel primo semestre di vigenza dell’obbligo, le sanzioni previste dal comma 6 del Decreto Crescita, non verranno applicate in caso di trasmissione entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di  effettuazione dell’operazione
Ne deriva che i soggetti passivi IVA che non sono ancora in possesso di un registratore telematico potranno trasmettere i corrispettivi di luglio entro il 31 agosto, senza incorrere in sanzioni.
L’agenzia delle entrate, in data 29 giugno, ha messo a disposizione una procedura web (accessibile da pc, tablet e smartphone)  alternativa ai registratori di cassa telematici.
Il nuovo servizio è disponibile nel portale web dell’Agenzia, area riservata Fatture e Corrispettivi.
Consente all’operatore di inserire i dati dell’operazione (quantità, descrizione, prezzo unitario e aliquota iva) e la modalità di pagamento (denaro contante o elettronico).
Il dato verrà automaticamente  trasmesso all’Agenzia delle Entrate.
Lo scontrino può comunque essere stampato in cartaceo per darne copia cortesia al cliente.



Scarica il PDF dell'edizione (4.8 MB)